Iniziamo la carrellata sui premi di quest’anno in Major League. Oggi parliamo di Gold Glove e Silver Slugger, due premi che hanno una credibilità inferiore allo zero ai giorni nostri. Non perderò neanche troppo tempo con un po’ di analisi, ma mi limiterò ad elencare i leader posizione per posizione.

Iniziamo dai migliori difensori dell’AL secondo l’UZR (per lanciatori e ricevitori userò il +/-), fra i “qualified”, ossia i giocatori con tempo sostanziale giocato in quella posizione. Si arrotonda all’intero più vicino. Iniziamo dall’AL:

  • P: Ricky Romero +10 (con Trevor Cahill +9)
  • C: Matt Wieters +5
  • 1B: Daric Barton +12
  • 2B: Mark Ellis ed Orlando Hudson +10
  • SS: Alexei Ramirez +11 (Cliff Pennington +10, incollato)
  • 3B: Kevin Kouzmanoff +16
  • OF: Julio Borbon +9, Franklin Gutierrez +7, Denard Span +6

Può essere sorprendente che in terza base non abbia vinto Beltre o Longoria, ma erano secondo e terzo e Kouzmanoff ha avuto una grande stagione. E’ una piccola sorpresa anche Alexei Ramirez, ma è migliorato molto, mentre per l resto i nomi sono come da copione. Come esterni ho selezionato i 3 migliori CF. Se volete includere le altre posizioni, dovete considerare Gardner, Crawford ed Ichiro nell’ordine, anche se a me non piace dare Gold Gloves agli angoli esterni.

Passiamo alla NL:

  • P: Jon Garland, Tim Hudson e Bronson Arroyo +6
  • C: Miguel Olivo +11
  • 1B: Ike Davis +10
  • 2B: Chase Utley e Brandon Phillips +10
  • SS: Brendan Ryan +12
  • 3B: Chase Headley +17
  • OF: Michael Bourn +17, Marlon Byrd +9, Chris Young +4

Fra gli esterni gli unici altri due che potrebbero “richiedere” un Gold Glove sono Jay Bruce (stagionale fenomenale come RF), Andres Torres ed Angel Pagan. Gli ultimi 2 hanno fornito ottima difesa a cavallo di più posizioni, quindi non erano eleggibili fra i CF, ma hanno giocato a lungo anche lì, quindi potrebbero essere considerati. In questa lista ci sono molte sorprese, anche se bisogna dire che riguardino solo il primo posto in ciascuna graduatoria. Olivo batte Yadier Molina, che però è arrivato secondo e poco dietro. In prima base Pujols ed Adrian Gonzalez sono stati sopra media come sempre. Fra gli interbase Tulowitzki è arrivato terzo. In terza Ryan Zimmerman e Scott Rolen sono arrivati secondo e terzo.

Passiamo adesso ai Silver Sluggers. Per questo mi limiterò a prendere la componente offensiva del WAR. AL:

  • C: Joe Mauer +25
  • 1B: Miguel Cabrera +55
  • 2B: Robinson Cano +37
  • SS: Cliff Pennington 0
  • 3B: Adrian Beltre +33 (Longoria +32)
  • OF: Jose Bautista e Josh Hamilton +56, Shin-Soo Choo +36
  • DH: Jim Thome +32

Nessuna sorpresa direi, tranne che nel ruolo di interbase, dove quest’anno in AL c’è stato terrore e raccapriccio. Jed Lowrie in realtà ha guidato la graduatoria con +11, ma ha giocato troppo poco, così come Alex Gonzalez (+6 per lui). Andiamo in National League:

  • P: Yovani Gallardo e Dan Haren +3 (ma Haren ha lasciato a metà stagione)
  • C: Brian McCann +19 (Soto +18 e Posey +17)
  • 1B: Joey Votto +59 (Pujols +58)
  • 2B: Dan Uggla +32
  • SS: Troy Tulowitzki +32
  • 3B: Ryan Zimmerman +33
  • OF: Matt Holliday +43, Carlos Gonzalez +42, Jayson Werth +39

Qui non vedo nessuna sorpresa in senso assoluto.

Da domani parleremo degli altri awards, partendo dal Rookie of the Year.