Abbiamo finito! Da lunedi passiamo ai rankings per posizione, poi avrò completato tutto il lavoro sui top prospects.

2 – Jason Heyward, RF, Atlanta Braves

Ho valutato se metterlo come numero 1 assoluto e per un po’ di tempo ho avuto lui in cima. Secondo me più pubblicazioni di quante si pensi (soprattutto una volta tolta Baseball America) avranno lui in cima, nonostante l’hype per il nome di sotto. Heyward prima di compiere 20 anni ha raggiunto l’AAA con una stagione che ha mostrato che razza di macchina offensiva sia. Ha battuto 17 HR in sole 99 partite con un totale di 46 XBH (e .232 ISO), aumentando nettamente la BB% e diminuendo la K% dall’anno scorso (ed ha ottenuto 51 BB e 51 K). Ha battuto .323/.408/.555. Nonostante la mole, è estremamente atletico ed è anche molto veloce, per quanto si limiti a rubare le basi solo in situazioni estremamente favorevoli (10/1 SB/CS quest’anno). E’ un difensore ottimo anche se incostante (sbaglia qualche lettura ogni tanto) ed ha un braccio fra i migliori delle intere minors. A soli 20 anni compiuti il 9 agosto, ha ancora tanto margine di miglioramento, ma è già pronto per l’MLB e potrebbe avere un impatto immediato. E’ probabile che lo vedremo nel corso del 2010, ma non già a partire dall’opening day.

In effetti ha tante carte in regola per essere considerato lui il numero uno: un “track record” di qualità eccezionale, la completezza, l’età giovane unita ad uno sviluppo avanzato. Ma non ho potuto esimermi dal fatto che fra un RF ottimo ed un asso, io prenda quest’ultimo. Se Heyward fosse stato un interbase o un C o un CF, ci avrei ripensato, ma per un RF non me la sono sentita e sono andato con l’asso potenziale. In effetti, se non fosse stato per la differenza notevole in potenza e per l’età che colmano il gap difensivo e sulle basi, credo che Desmond Jennings avrebbe potuto avanzare una candidatura molto seria al ruolo di miglior prospetto fra i position players. Alla fine però credo che Heyward sarà un’assoluta forza nel lineup dei Braves per tanti anni e per quanto la difesa sia importante, l’attacco lo è di più (un giocatore ha più PA che giocate difensive nel corso di un anno) e quindi quello scettro va a Heyward. Il nostro principe per questo anno però è:

1 – Stephen Strasburg, RHP, Washington Nationals

Eh si. Ho tentennato, ma alla fine sono andato con lui. Il prospetto più overhyped della storia del draft. Più di Alex Rodriguez e David Price, forse meno di quanto sarà il suo futuro compagno di batteria Bryce Harper fra un anno. Strasburg ha firmato un contratto MLB con un bonus di 7.5 milioni da pagare immediatamente ed onestamente credo che sia già pronto per partire ai massimi livelli.

L’anno scorso ha assolutamente distrutto la Mountain West Conference con 195 K e 19 BB in 109 IP (1.32 ERA), per quanto forse Mike Leake (162/24 in 142 IP per 1.71 ERA) possa affermare di aver fatto di meglio, una volta considerata la differenza fra la MWC e la Pac10. Strasburg ha firmato troppo tardi per debuttare nelle minors, ma è riuscito a farsi vedere nell’Arizona Fall League piazzando 23 K (e concedendo 7 BB) in 19 IP. Ha anche concesso 3 HR nella calda aria dell’Arizona, ma l’ha fatto ottenendo oltre il 70% di GB%, quindi è probabilmente un caso ed è ciò che ha gonfiato la sua ERA di 4.26.

La sua fastball è arrivata fino a 102 mph sulle radar guns ed è regolarmente fra 96 e 98 durante l’intera partita. La sua breaking ball ha una rottura molto pronunciata e tardiva e comanda il lancio a piacimento sul nero o fuori dalla zona per mandare gli hitters a pescare inutilmente. Anche il suo cambio ha fatto enormi passi in avanti e tutti e 3 i lanci possono essere considerati ampiamente sopra media per il livello MLB. Il controllo è impeccabile e riesce a mischiare tutti e 3 i lanci come vuole in qualsiasi momento. Anche la meccanica è piuttosto fluida, per quanto secondo me carichi un po’ violentemente sulla spalla. Il braccio però regala una velocità naturale impressionante e la palla esce costantemente dallo stesso punto di rilascio, rendendo più difficile agli hitters comprendere che cosa stia arrivando. Come se non bastasse, il fatto che la fastball tocchi le 3 cifre concede meno tempo per riconoscere il cambio o la breaking ball, e Strasburg ne approfitterà anche contro hitters molto avanzati.

Secondo me potrebbe far parte dell’opening day roster, ed essere magari anche il partente del primo giorno della stagione, anche se forse la squadra preferirà fargli fare un paio di partite nelle minors giusto per prendere la mano al professionismo. Al massimo gli si potrebbe concedere un anno di assestamento attorno o poco sopra la media, prima di iniziare la sua era di dominio assoluto, un po’ come per Felix Hernandez o Tim Lincecum (o anche magari per Rick Porcello), ma dal 2011 dovrebbe essere un candidato al Cy Young Award. Nelle minors ci sono giocatori col suo controllo (Leake), col suo corpo (Gibson), con la sua stuff (Chapman), ma nessuno di questi coniuga tutti i fattori come fa Strasburg, che è davvero unico nel suo genere. Per quanto voglia frenare il mio entusiasmo e per quanto ci sia da ricordare che inevitabilmente ci siano sempre rischi annessi e connessi allo sviluppo dei prospetti (in particolare dei lanciatori, anche e soprattutto per motivi di infortunio), Strasburg ha un pacchetto che nessun altro possiede ed ha la possibilità di avere un impatto immediato, netto e prolungato. Non so se riuscirà a mantenere le promesse, ma di sicuro qui c’è molto arrosto. Talento cristallino.