I prossimi 2:

8 – Jesus Montero, C, New York Yankees

Montero è il miglior hitter nelle minors in prospettiva, detto in maniera chiara e semplice. Ha una mazza estremamente veloce ed un’ottima coordinazione oculo-manuale che gli permette di colpire ripetutamente la palla con la “sweet spot” della mazza. Il contatto è spesso durissimo e produce linee molto lunghe. A soli 19 anni ha già mostrato di saperci fare in AA. Ha una buona disciplina, anche se è molto aggressivo. Questo gli fa subire pochi K, ma contiene anche un po’ le BB. Ha la possibilità di camminare di più nel lungo termine, riducendo un po’ l’aggressività, perchè l’occhio è fondamentalmente buono. La sua qualità però lo induce a girare tanti lanci, avendo la capacità di colpirne bene tanti.

Viste le sue capacità offensive, ci si potrebbe chiedere perchè non sia più in alto, avendo peraltro già raggiunto l’AA a 19 anni ed avendo rallentato solo a fronte di una frattura ad un dito. Il punto è tutto nelle qualità difensive di Montero. Per quanto sia elencato come C, è improbabile per non dire praticamente impossibile che giochi in quella posizione in MLB, specialmente giocando per gli Yankees. Difensivamente è pesante e legnoso. Nonostante abbia un braccio potente nel tiro in seconda, coglie pochissimi tentativi di rubata a causa della scarsa precisione, del pessimo movimento dei piedi e dei terribili fondamentali di trasferimento dal guanto alla mano. E’ anche molto legnoso e pesante nel bloccare i lanci per terra.

Per il futuro di Montero dunque è probabile un profilo elevato offensivamente, ma con limitazioni difensive. Potrebbe essere relegato al ruolo di DH negli Yankees. Per certi versi ricorda un po’ Pablo Sandoval, che però riesce a giocare in terza e non ha la sua stessa forza bruta, mentre per certi altri ricorda la progressione della carriera di Carlos Delgado. Non è impossibile pensare che possa fare qualcosa di simile ed ovviamente sarebbe un risultato eccezionale. E’ il quinto position player della lista, ed i 4 che gli sono davanti aggiungono tutti valore col guanto. Da un purissimo punto di vista offensivo, non ci sono dubbi sul suo futuro.

C’è anche da dire un’ultima cosa: come ho detto è improbabile che accada, ma Montero ha solo 20 anni e se gli Yankees volessero dargli un altro paio d’anni per migliorare dietro al piatto, potrebbero provarci. Non c’è alcun dubbio che se Montero avesse avuto la garanzia di poter rimanere dietro al piatto almeno in maniera decente (come Posada ad esempio), sarebbe rientrato fra i primi 3, issandosi forse persino al numero 1. Attualmente è improbabile.

7 – Martin Perez, LHP, Texas Rangers

Perez è uno dei miei prospetti preferiti e probabilmente qui lo vedrete più in alto che altrove. Non riesco a trovare nulla che non mi piaccia in lui a parte forse la taglia ridotta (6 piedi). Questo induce alcuni ad attribuirgli relativamente poca proiezione futura, ma non è il mio caso, perchè Perez ha una buona struttura fisica che potrebbe consentirgli di crescere ancora un pochino. Incredibilmente è un classe ’91 che ha già lanciato 21 IP in AA con buona qualità (mascherata da una BABIP di .370).

Perez quest’anno ha assolutamente dominato l’A, mettendo K più di 1 hitter su 4, con un buon controllo (8.4% di BB%) ed una buona percentuale di palle battute per terra. Non ha autentici punti deboli. La sua fastball è molto sopra media per un mancino e va da 91 a 94 con regolarità, con punte a 96. Anche curva e cambio sono lanci di altissimo livello ed in particolare quest’ultimo è mortifero per i battitori destri. Può effettuare qualsiasi lancio in qualsiasi momento e comandarlo a piacimento essendo dotato di buon controllo come detto. La sua meccanica è pulita ed estremamente avanzata. Come pacchetto ricorda Johan Santana.

Forse potrebbe già lanciare in MLB, nonostante l’età, ma chiaramente non c’è bisogno di accelerarne eccessivamente i progressi. L’anno prossimo sarà ancora nelle minors e debutterà in MLB quasi certamente nel 2011. Compirà 20 anni ad aprile 2011 e per dare un’idea, l’ultimo partente a debuttare da teenager in MLB è stato Felix Hernandez (Porcello ha debuttato a 20 anni compiuti).