La top 10:

  1. Pedro Alvarez, Pirates (9)
  2. Brett Wallace, Blue Jays (16)
  3. Lonnie Chisenhall, Indians (39)
  4. Bobby Borchering, Diamondbacks (40)
  5. Josh Bell, Orioles (43)
  6. James Darnell, Padres (47)
  7. Matt Dominguez, Marlins (60)
  8. Josh Vitters, Cubs (69)
  9. Dayan Viciedo, White Sox (105)
  10. Brent Morel, White Sox (116)

E’ un buon momento per i prospetti di terza base, specie per le prime 8 posizioni. Il numero uno per me è Pedro Alvarez, che nonostante tutti i problemi ed i dubbi, continua ad avere una potenza speciale. Sono anche convinto che gli daranno tutte le possibilità di rimanere in terza base, ed ha le possibilità di farcela, perchè nonostante la stazza, ha comunque un decente atletismo. Al contrario Brett Wallace si sposterà molto presto quasi certamente. Due future stelle, quindi non c’è molta differenza, ma al momento prendo Alvarez.

Dietro di loro, un po’ staccato, c’è un gruppone con tanti che possono ambire al terzo posto. Lonnie Chisenhall vince la corsa con uno degli swings più puliti delle minors, anche se la sua difesa ha lasciato a desiderare e forse, come Wallace, sarà costretto a spostarsi. Borchering era il miglior hitter liceale dell’intero draft ed ha potenza da entrambi i lati del piatto. Nonostante Bell sia solo dietro a loro, è per merito di chi gli sta davanti ed anzi lo metto davanti a James Darnell (eccellente mazza) e Matt Dominguez (grande guanto e buona potenza) perchè è più vicino all’MLB. Vitters paga la sua indisciplina al piatto e la lontananza, da questo punto di vista, ma è un ottimo prospetto.

Viciedo ha una mazza potenzialmente speciale, sebbene non si sia ancora mostrata. Chiude Brent Morel con un alto floor ed un ceiling poco impressionante. La posizione è così ricca che hitters meritevoli come Logan Forsythe e Matt Sweeney, o Mike Moustakas (sfiorito ma non ancora finito e 128° nella lista, unico altro 3B nei primi 130) non riescono ad entrarci.

Ovviamente la peculiarità della posizione è che molte volte gli hitters debbano spostarsi in prima. Questa è un’altra ragione per la quale la lista di prima base va sempre presa con leggerezza: molti dei migliori 1B giocano altrove. In parte è vero anche per la terza base, dove si sposteranno gli shortstops con buona mazza e difesa opinabile (penso a Wilmer Flores dei Mets ad esempio).