La top 10:

  1. Brett Lawrie, Brewers (49)
  2. Todd Frazier, Reds (50)
  3. Scott Sizemore, Tigers (88)
  4. Jemile Weeks, Athletics (95)
  5. Adrian Cardenas, Athletics (N/A)
  6. Alexia Amarista, Angels (N/A)
  7. Daniel Descalso, Cardinals (N/A)
  8. Eric Sogard, Athletics (N/A)
  9. CJ Retherford, White Sox (N/A)
  10. Johnny Giavotella, Royals (N/A)

Questa è una lista davvero particolare. Probabilmente è l’unica posizione in cui appariranno nomi al di fuori di qualche top 10 delle squadre, e solo in 4 rientrano nella top 130. Qui potete notare Cardenas e Sogard per esempio, che vengono da una farm profonda. Peraltro ci sarebbe da chiedersi cosa se ne facciano gli Athletics di così tanti 2B, al punto che siano anche andati a prendere Sogard dai Padres pur avendo Cardenas e Weeks.

La posizione dunque sembrerebbe debole, e lo è, ma principalmente per il fatto che la maggior parte dei 2B in MLB, al college, liceo ed anche nelle minors giochi come SS, prima di spostarsi. Ad esempio, Reese Havens dei Mets, Carlos Triunfel dei Mariners, ed alcuni di Cubs e Red Sox (che hanno miliardi di SS) si sposteranno, entrando a far parte di questa lista ipoteticamente. Ma nelle minors (specie in quelle più basse), un 2B in genere è uno con difesa talmente inadeguata da non essere neanche provato come SS. Un altro che verrà provato in seconda base (forse) è Dustin Ackley dei Mariners (che per ora è classificato come CF, ma che sarebbe in cima a questa lista come 2B). Al contrario alcuni di questa lista, inadeguati difensivamente ma con buona mazza, potrebbero spostarsi. Si è parlato di Frazier e Lawrie come esterni negli angoli in futuro, o di Cardenas in terza base, o di Weeks esterno centro.

Non è una lista molto impressionante in effetti. Lawrie e Frazier battono molto. Il primo ha qualche possibilità di rimanere in seconda base, il secondo quasi nessuna. Scott Sizemore ha un ceiling basso ma dovrebbe essere il 2B titolare dei Tigers e potrebbe avere un’onesta carriera, quindi merita il terzo posto. Segue il duo degli Athletics. Entrambi arriveranno in MLB, ma non è scontato che lo facciano in questa posizione. Cardenas potrebbe essere impiegato per tappare il buco in terza base. Gli altri sono tutti dei “piccoletti” che hanno controllato la zona e battuto bene quest’anno, ma faticano ad essere riconosciuti come autentici prospetti. Magari uno di loro riuscirà ad affermarsi ad alto livello.