Andiamo a classificare le farm. Devo comunque specificare come funzionino questi rankings: intanto si basano solo sul talento di minor league (esattamente come le top 10), ma dipendono più dai giocatori di impatto che dalla profondità. Quindi la profondità ha un’importanza rilevante (non vorrei che passi il messaggio opposto), ma principalmente se si tratta di profondità di talenti ad alto potenziale, e la presenza di top prospects può elevare una farm in maniera consistente. Insomma, preferisco una farm con 5 autentiche superstar e poco altro, rispetto ad una farm con soli role players. Comunque iniziamo:

  1. Tampa Bay Rays: Impatto assoluto dei talenti di alto livello. I loro primi 4 mi piacciono tutti moltissimo e c’è una discreta profondità anche in termini di potenziale. La farm si è assottigliata dopo le recenti promozioni, ma rimane senza pari. Il fatto che i primi 2, oltre ad essere di autentico impatto, siano anche vicinissimi all’MLB (e debutteranno nel 2010) chiude il discorso per me.
  2. Cleveland Indians: I trades hanno riempito la farm fino a farla quasi scoppiare. E’ una delle 3 più profonde, ed aggiunge a questo una futura potenziale stella come Carlos Santana. C’è atletismo, gente che batte con potenza, ed una marea di pitching di buon potenziale dal quale ricaveranno una rotazione e forse più. Ci vorrà solo un po’ di pazienza con alcuni.
  3. Texas Rangers: Con Neftali Feliz e Derek Holland sarebbero stati al numero 1 senza dubbio. Ma non sono eleggibili e per quanto il potenziale rimanga di primissimo piano, solo Justin Smoak è vicino all’MLB. Sono sul podio.
  4. Kansas City Royals: Farm estremamente top-heavy. Molto meno profonda di quelle che la circondano, ma i primi 8 hanno tutti potenziale eccellente (anche Hosmer e Moustakas che sono un po’ decaduti).
  5. Boston Red Sox: I più profondi in assoluto. Pagano la mancanza di talenti pronti per l’MLB (a parte forse Kalish). Hanno 2 top prospects però e tantissimi giocatori con high ceiling. Alcuni faranno inevitabilmente il salto di qualità, e soprattutto “up the middle” (C, SS e CF), nei punti nevralgici, sono ricchissimi. Farm candidata al numero 1 per il 2011 (contro Cleveland, principalmente).
  6. Chicago Cubs: Bella sorpresa per me ed il mio è un ranking aggressivo perchè Jay Jackson mi piace molto, così come la ricchezza di SS, per non parlare di una profondità non eccelsa ma comunque inaspettata. I primi 6 hanno potenziale da impatto.
  7. Oakland Athletics: Altro ranking aggressivo per una farm che mi piace molto. La profondità c’è nonostante le tantissime promozioni recenti. I primi 6 sono buonissimi prospetti e c’è del potenziale anche nelle lower minors. Forse un po’ troppo in alto, ma Taylor, Carter e Desme mi piacciono davvero tanto.
  8. Atlanta Braves: Il trade di Arodys Vizcaino li fa salire un po’. Ovviamente anche la presenza di Heyward è molto rilevante. Ci sono pochi position players ma tantissimi pitchers. Il track record dello sviluppo di lanciatori è molto buono, quindi è ipotizzabile che alcuni facciano il salto di qualità. Detto questo, la presenza di Heyward da sola fa guadagnare un paio di posizioni.
  9. San Diego Padres: Come per Oakland, forse si tratta di un ranking un po’ aggressivo, ma credo nelle mazze di Darnell e Decker. Inoltre hanno la terza scelta assoluta dell’ultimo draft (miglior liceale) ed hanno tanto atletismo ad alto potenziale nelle minors inferiori.
  10. Cincinnati Reds: Altra farm top-heavy, come (ma non quanto) Kansas City ed anche i Cubs. I primi 5 sono tutti legittimi. Dietro ci sono alcuni latinoamericani con un po’ di potenziale e qualche braccio interessante. Ma senza esagerare, si può dire che dipenda tutto dai primi 5.
  11. Pittsburgh Pirates: La profondità di role players è impressionante, ma non altrettanto interessante. Hanno però una potenziale stella, un C sopra media, giocatori nelle posizioni chiave, buon pitching e qualche lanciatore liceale appena draftato. Direi una farm un po’ sopra media. Senza Alvarez sarebbero sotto la quindicesima posizione.
  12. Minnesota Twins: Ho pensato e ripensato a questo ranking. Ma alla fine credo in Hicks e Ramos, e Gibson rimane uno dei miei prospetti preferiti dell’ultimo draft. Hanno anche un buon track record con lanciatori come Bromberg che trasformano nei vari Blackburn e Baker, più l’atletismo ed il ceiling dei vari Sano e Salcedo. Si infilano dunque nella prima metà.
  13. New York Yankees: Pagano i trades di Austin Jackson e Vizcaino. Hanno però il miglior hitter delle minors, tanti ricevitori ed un altro paio di prospetti. Sarebbero entrati nelle prime 7 altrimenti, ma rimangono una farm media anche così, soprattutto grazie a Montero.
  14. Colorado Rockies: Dopo i Royals, non c’è nessuno con altrettanto pitching mancino di qualità. Dietro i primi 3 non c’è troppo potenziale d’impatto, ma tantissime tools e tantissimo atletismo, ed è probabile che nel medio e lungo termine qualcuno fra i vari Rosario, Wheeler e Gomez faccia un qualche salto di qualità.
  15. Los Angeles Angels: Sapete che mi piaccia Trout. Per il resto c’è tanta profondità. Farm un po’ insipida, ma con tanti nomi dentro. L’epitome della media direi.
  16. Toronto Blue Jays: I trades di Rolen e Halladay la sollevano fin qui da un chiaro ultimo posto. I primi 3 sono talenti di impatto e dietro la farm si assottiglia molto in fretta.
  17. Florida Marlins: Uno dei sistemi con minor profondità. Mike Stanton però è un prospetto di altissimo livello e solleva la farm sulle sue spalle. Morrison e Dominguez saranno titolari sopra media e Chad James ha potenziale. Gli altri… quali altri?
  18. Detroit Tigers: Simili ai Marlins. I primi 2 hanno tantissimo potenziale e tantissimo rischio. Poi ci sono 3 everyday players e poco altro.
  19. Philadelphia Phillies: I trades l’hanno distrutta. Brown mi piace molto, ma oltre a lui c’è “solo” tantissimo rischio. Molto ceiling, ma talmente distante che in certi casi non si sa neanche se gli atleti siano pronti a giocare a baseball. Situazione particolarmente estrema. Potrebbe uscire pochissimo, ma anche qualche fenomeno assoluto, e non me la sentivo di spingerli fra gli ultimi 10 per questo motivo (oltre alla presenza di Brown).
  20. Washington Nationals: Strasburg. Norris. Storen. Un paio di role players. Hanno squadre affiliate ad ogni livello, ma se facessero un training camp per 6-7 giocatori sarebbe la stessa cosa. Senza Strasburg sarebbero fra ultimi 4. Ma lui c’è.
  21. Milwaukee Brewers: Decisione difficile. Hanno tanto pitching, ma relativamente poco potenziale dietro a Lawrie. Se uno vuole enfatizzare in maniera estrema la profondità del pitching, può spingerli anche sopra agli Yankees. Volendo enfatizzare il ceiling puro, credo che finiscano fra gli ultimi 5. Ho cercato di trovare un equilibrio. Produrranno più giocatori MLB di molte squadre davanti, ma a parte Lawrie non sono convinto che ci siano autentiche stelle, neanche in prospettiva.
  22. Baltimore Orioles: Eh, pagano la sottrazione di praticamente tutti i migliori, che hanno debuttato in MLB. E’ rimasto davvero poco ed è concentrato nei primissimi della farm, che comunque sono prodotti assolutamente non sicuri. Lo stato della franchigia è eccellente comunque. E’ solo una transizione dovuta alle tante promozioni del 2009.
  23. Arizona Diamondbacks: Il draft 2009 è stato eccellente secondo me. Il problema è che a parte quello c’è in pratica solo Jarrod Parker, che si è dovuto operare. Realisticamente senza l’ultimo draft, sarebbero stati candidati all’ultimo posto. Probabilmente saliranno l’anno prossimo, ma prima bisogna dare una chance ai neo-draftati di dimostrare quello che valgono.
  24. Seattle Mariners: Il trade di Lee non aiuta. Lo stato della farm dai tempi di Bavasi neanche. Ma c’è Ackley, e Franklin è buono. Inoltre hanno svolto un buon lavoro internazionalmente e c’è un po’ di star power fra Pineda, Noriega e Morban. Ci vuole pazienza, ma riesco a vedere una risalita piuttosto veloce.
  25. New York Mets: Non spendono nel draft, accelerano troppo lo sviluppo dei prospetti ed il ceiling è ristretto ai prospetti latinoamericani. Non è tutto nero, perchè qualche alto ceiling c’è, come Mejia, ma c’è tanto rischio e molti dei migliori prospetti potrebbero avere ceiling basso. Un ottimista può incrociare le dita però, perchè qualcosina c’è. Meglio che non avere niente in cui sperare.
  26. Los Angeles Dodgers: La farm non mi piace. I migliori pitching prospects rischiano di essere convertiti nel ruolo di rilievo. Dee Gordon è un discreto prospetto ma con qualche rischio. Se il draft 2009 si dimostrerà buono, potrebbero scalare qualche posizione, ma al momento è una situazione un po’ deludente.
  27. San Francisco Giants: I più penalizzati dal mio metodo di valutazione. Niente Bumgarner, Posey, Runzler e Joaquin (e Villalona, ma è un discorso separato). La farm si basa tutta su Zack Wheeler e Thomas Neal. Poco.
  28. Chicago White Sox: Poco impatto, tanto rischio, pochissima profondità. Lo stato della farm è di basso livello in tutto e per tutto. Devono sperare in una risalita di Viciedo e Danks, ed in uno sviluppo della mazza di Jared Mitchell.
  29. Houston Astros: Tre everyday prospects sopra media, anche se forse nessuna stella. Ma oltre a quei tre non c’è niente. Letteralmente, niente, nulla, nada, nisba. Negli ultimi 2 anni, nessuna squadra affiliata nelle minors è riuscita ad avere un record sopra .500. Un film dell’orrore.
  30. St. Louis Cardinals: Promozioni, trades. Di impatto c’è solo Shelby Miller, con tantissimo rischio annesso. Per il resto qualche role player, ma parliamo di una farm davvero vuota e da ricostruire da zero. Relativamente poco male, perchè sono contenders in MLB, ma è comunque una nota negativa.

Ovviamente questi rankings non sono definitivi e dovete pensare più alla zona in cui una squadra appare, che al ranking specifico. Ho fatto l’esempio dei Brewers, che dipendono dal fatto che vi piaccia il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto. In particolare, le posizioni dalla 11 alla 19 possono essere rimescolate a seconda di ciò che volete enfatizzare, fra ceiling puro, vicinanza all’MLB, profondità o altro. Lo stesso discorso si può fare quasi sempre in caso di rankings adiacenti e d’altra parte la valutazione dei prospetti non è una scienza esatta. Nonostante non lo sia, è molto più semplice esprimere una preferenza fra due giocatori, che fra farms che contengono giocatori di diversa qualità e diverso livello di sviluppo.

Diciamo che mi sento più tranquillo nell’affermare che ci siano quattro tronconi principali: le prime 5, le seguenti 5 (squadre per le quali sono stato principalmente aggressivo io), le successive 11 e le ultime 9.

Nota: Le prime 5 sono squadre dell’AL. Cinque delle ultime 6 sono della NL.