Prospect Rankings a pioggia! Baseball America ha finalmente pubblicato la sua top 100, la più rispettata del panorama delle pubblicazioni sulle minors. Oltre a quella, per voi tanti altri link oggi, tutti in materia e quasi tutti da BA.

Iniziamo dalla top 100 vera e propria. Ci sono 20 giocatori per pagina, ed elencano anche l’età che avranno l’opening day, l’ETA (ossia l’anno previsto di arrivo permanente in MLB) e la migliore tool del giocatore, con voto annesso. Per le tools, 50 è la media in MLB, mentre 80 è il massimo. Bryce Harper ha 80 come potenza e questo indica che sarà (se riuscirà a raggiungere il proprio massimo) uno dei 3-4 giocatori con più potenza in Major League (altri giocatori con 80 potenza: Mike Stanton, Ryan Howard, Prince Fielder, ecc). Se volete l’intera top 100 su un’unica pagina, coi soli nomi, potete cliccare qui.

E’ anche disponibile l’elenco di tutte le top 100 della storia di Baseball America, dal 1990 ad oggi.

Tutti i numeri della top 100.

I Royals hanno probabilmente la miglior farm di ogni epoca, con 5 prospetti nei primi 19 e 9 nei primi 100, oltre ad altri come Aaron Crow, Brett Eibner, Jason Adam e l’infortunato Noel Arguelles che sono stati presi in considerazione per la classifica. Come si paragonano alle altre grandi farm degli ultimi 20 anni?

I redattori di BA hanno anche risposto a parecchie domande sui rankings (ce ne sono due anche su prospetti europei: Liddi e Kepler).

Infine Scouting Book ha la propria lista di top 475 prospetti, ma soprattutto indica anche in che posizione si siano classificati per le altre pubblicazioni principali (alcune devono ancora pubblicare i propri rankings).

Questa è la top 101 di Baseball Prospectus.

La top 100 di BA non è sempre perfetta. Ecco la lista dei migliori 10 prospetti (hitters e pitchers) che non sono mai stati sulla loro top 100. C’è anche qualche futuro Hall of Famer.

A 10 anni di distanza, come sono stati i rankings di BA nella top 100 e nella top 5 squadra per squadra, paragonati alle Wins Above Replacement prodotte nella realtà? Una piccola limitazione ad esempio è che Casey Blake venga paragonato a Hanley Ramirez solo perché erano entrambi “prospetti” all’epoca, nonostante facciano parte chiaramente di epoche diverse per motivi anagrafici. Lo studio è comunque molto interessante per vedere gli “hits and misses” di BA.