Francamente non so se avrò il tempo di fare i rankings anche quest’anno, come l’anno scorso. Però credo molto nella valutazione del lavoro svolto, quindi voglio andare a rivisitare i rankings dei prospetti pre-2010, per vedere come sia andato… o non andato, in certi casi. Iniziamo dalla NL West oggi.

La prima squadra è ovviamente quella degli Arizona Diamondbacks.

Non mi lamento in linea di massima. La top 10 si è rivelata soddisfacente. Keon Broxton era troppo in alto e col senno di poi avrei dovuto classificarlo come sleeper (lo farei adesso). Ha tantissimo talento ma è un prodotto ancora molto grezzo. Potrebbe esplodere, ma chiaramente non l’ha ancora fatto. Grandi tools per lui comunque. Ryan Wheeler ha fatto qualche passo indietro a causa della mancanza di potenza, ma essendosi spostato in terza ha guadagnato valore difensivo. Pollock ha perso l’intera stagione per infortunio ed anche Eichhorn ha iniziato l’annata in DL e l’ha conclusa con altri problemi fisici. Fra gli altri è stata un’annata di transizione per Borchering (che ha chiuso bene) e molto positiva per Owings, Davidson, Krauss e Belfiore.

Fra gli sleepers c’è stata l’esplosione di Paul Goldschmidt, MVP della California League. Non basta per prevedergli un futuro roseo (il ruolo impone che continui a distruggere tutto offensivamente), ma è un bene. Navarro e Nick hanno fatto passi in avanti, mentre Burgos ed Inciarte sono affondati. Data la natura del concetto degli “sleepers”, sono soddisfatto anche di questo.

Colorado Rockies.

Non è stata una buona annata per la farm di Colorado. Friedrich si è fatto male, Matzek ha continuato a mostrare grande stuff ma anche un controllo inesistente, Brothers era e rimane un rilievo (per quanto dal futuro promettente). Come Friedrich, anche Hector Gomez (col quale ero stato aggressivo) ha avuto ripetuti problemi fisici (27 partite totali) e forse a questo punto è il caso di diventare pessimisti su di lui. Stagione pessima per Tim Wheeler e Kiel Roling, ottima per Wilin Rosario. McKenry e Nelson hanno giocato bene e sono arrivati in MLB, mentre Blackmon ha continuato a far vedere grandi tools, grandi possibilità ed anche della fragilità fisica. Sono soddisfatto anche di questa top 10. Ho chiaramente sbagliato con Wheeler e Roling, ma la classifica è stata buona con gli altri, anche se c’è stata un’ondata di infortuni nel sistema dei Rockies.

Fra gli sleepers hanno fatto tutti bene. Nolan Arenado è davvero esploso ed ha fatti passi in avanti da gigante. Solo Wilin Rosario ha avuto una stagione migliore nella farm dei Rockies.

Los Angeles Dodgers.

L’uomo in cima, Dee Gordon, è rimasto ciò che era: forte in difesa, velocissimo, discrete doti di contatto e zero potenza. E’ una specie di Andrus-light. Mi aspettavo di più però. Chris Withrow è andato a corrente alternata e probabilmente arriverà in MLB nel 2011, ma rischia di fare il rilievo. Ethan Martin è stato disastroso, mentre Aaron Miller, Mario Angelo Songco e Garrett Gould hanno avuto stagioni “cautamente positive”. Molto bene Trayvon Robinson. Andrew Lambo è stato scambiato nel corso di una stagione di transizione, mentre Ivan DeJesus e John Ely hanno giocato benino, con quest’ultimo che è arrivato in MLB dove è andato su e giù. E’ stata una stagione negativa per tutta la farm, col solo Trayvon Robinson che è andato bene e con Ethan Martin che è sparito.

Fra gli sleepers tanta roba interessante. Difficile capire chi abbia fatto il salto più grande e probabilmente Allen Webster è quello che ha mostrato più tools e stuff. Gerald “Jerry” Sands però ha avuto una stagione offensivamente clamorosa. Per alcuni è solo uno slugger di minor league, ma sono contento che lo avessi fra gli sleepers, sulla falsariga di Goldschmidt.

San Diego Padres.

E’ stata una stagione atroce per i prospetti dei Padres, specie per i position players. Tutto inizia da Donavan Tate, che ha avuto infortuni di ogni tipo, incluso un incidente d’auto. Per Tate il tempo di sviluppo era fondamentale e questa è una stagione completamente persa per lui ed è preoccupante per il futuro. Darnell e Decker sono partiti in maniera atroce ma hanno chiuso molto bene, quindi per loro la stagione è da considerare di transizione (per Decker forse è addirittura positiva) e non hanno perso valore. Per Forsythe, Williams, Rincon e Galvez però è stata una pessima annata. In particolare il primo ha visto svanire tutto il proprio valore a causa della totale assenza di potenza, mentre Williams non ha fatto abbastanza contatto. Rincon e Galvez sono andati maluccio, ma non quanto gli altri due. Fra i pitchers è andata molto meglio: Castro ha continuato a fare la stellina, Luebke ha dominato ed è arrivato in MLB, mentre Pelzer ha continuato a mostrare ottima stuff ed è andato agli Orioles, dove l’hanno convertito a rilievo.

Anche qui fra gli sleepers c’è stato successo, con Cumberland e Sampson che hanno avuto ottime stagioni ed hanno spinto molto in alto il proprio status, entrando a pieno titolo fra i migliori prospetti organizzativi.

San Francisco Giants.

I campioni delle World Series avevano una farm scadente e tale è rimasta. I loro prospetti non hanno avuto una buona stagione, con piccolissime eccezioni. Wheeler ha ancora la stuff di inizio stagione e rimane il prospetto che avevo descritto. Di Neal avevo dubitato e mi ha dato ragione. La cosa brutta è che ancora adesso, con un probabile ceiling da quarto esterno, è fra i migliori 5 prospetti dei Giants. Tommy Joseph ha potenza da vendere, ma al momento solo quella. Kieschnick, Crawford ed Adrianza non hanno battuto niente. Stoffel ha faticato molto più di quanto credessi. Le note positive vengono chiaramente da Rafael Rodriguez ed Eric Surkamp, i migliori nella stagione trascorsa. Credo di essere stato l’unico a metterli in una top 10 nell’off-season, quindi si classificano come successi chiari.

Fra gli sleepers sono andati benino Bond e Sosa, che giocheranno sicuramente in MLB quest’anno a meno di stranezze, ma nessuno ha avuto una stagione da breakout. Diciamo che sono soddisfatto di questi rankings anche se… anche se manca un nome. Brandon Belt ha avuto una stagione a dir poco sensazionale, esplodendo ed arrivando alle soglie dell’MLB (l’anno prossimo merita un posto da titolare). Personalmente non pensavo che la sua mazza fosse così avanzata e da parte mia è stato uno swing and a miss.