Con la conclusione delle World Series, siamo ufficialmente in off-season. Certo, ci sono l’AFL e le Winter Leagues, ma le Majors sono in vacanza fino a febbraio. In questo momento 100 giorni sembrano tanti, ma sono poco più di 3 mesi prima dell’inizio dello Spring Training. In ogni caso il baseball non va mai davvero in vacanza. Ecco alcune letture per oggi, più qualche frase su Hisashi Iwakuma:

  • Baseball America ha iniziato a pubblicare le proprie Top 10, coi Baltimore Orioles, che quest’anno hanno una farm molto scarica. Anche John Sickels sta pubblicando i propri rankings.
  • Con la conclusione delle World Series, ben 142 giocatori sono diventati free agents.
  • Gli Atlanta Braves hanno firmato Nikolay Lobanov, lanciatore mancino russo. Lobanov era stato firmato e rilasciato dai Twins ed è il secondo russo della storia dei Braves dopo Andrei Selivanov a metà anni ’90.
  • Si stanno giocando le Japan Series. Ecco alcuni dettagli sulle due squadre.
  • La gara decisiva delle World Series ha battuto il Monday Night Football nei ratings televisivi.
  • Quanti Hall of Famers hanno chiuso la propria carriera con le World Series?
  • Harry Pavlidis da’ un’occhiata ad alcuni lanciatori di talento che partecipano all’Arizona Fall League.
  • Yu Darvish e Hiroyuki Nakajima non andranno in MLB quest’anno, ma Hisashi Iwakuma è stato messo a disposizione delle squadre MLB, che avranno fino a venerdi per fare offerte in busta chiusa. Iwakuma realisticamente è il secondo miglior lanciatore disponibile come free agent in questa off-season, dietro Cliff Lee. Premesso che i problemi di adattabilità siano sempre all’ordine del giorno e che Iwakuma abbia avuto problemi fisici fra il 2006 ed il 2007, questo è un lanciatore che a me piace. Ripete bene la meccanica ed ha un buon controllo. E’ dotato di sinker da 90 a 93 ed il suo miglior lancio è probabilmente la splitter, particolarmente efficace contro i mancini. La slider è adeguata ma non ottima (e questo ne limiterà un po’ i K) e la curva è decisamente sotto media. Si tratta di un pitcher in grado di generare tantissime groundballs e non sarei sorpreso se facesse anche meglio di Hiroki Kuroda, lanciatore molto simile a lui. Iwakuma ha solo 29 anni, mentre Kuroda ne aveva 33 quando è arrivato negli USA. Non può permettersi di peggiorare, perché diventerebbe un Kawakami (che è comunque un decente n. 4  o 5 di rotazione), ma attualmente è paragonabile proprio a Kuroda o magari a Tim Hudson, quindi ha un buon valore, ma gli manca decisamente la stuff per essere un asso ed il suo successo sarà determinato dal controllo, che a sua volta sarà determinato da come si adatterà agli USA (dove si usa una palla con cuciture un po’ più piatte, e questo a volte influisce sui lanciatori). Sarà interessante vedere chi si butterà su di lui. Al giusto prezzo potrebbe essere un furto. Qui ci sono dei pensieri di Patrick Newman su di lui. Qui c’è un breve scouting report di Mike Fast. Questo è lo scouting report di Josh Kalk del WBC del 2009 e questo è di Amazin Avenue.