Sapete che la mia passione analitica per lo sport vada oltre il solo baseball, anche se chiaramente è lo sport che si presta maggiormente ad una visione quantitativa. Qualche settimana fa però anche il calcio ha prodotto qualcosa di simile, con la pubblicazione dei dati Opta da parte del Manchester City. Ma di cosa si tratta in pratica?

Opta è un’azienda che registra tutti gli eventi sul campo di gioco durante una partita. Alcuni sono importanti e determinanti, altri sono assolutamente casuali o ininfluenti. E’ solo un’analisi capillare che col tempo ci permetterà di discriminare fra i due tipi, ma l’importante è che adesso questi dati esistano e grazie alla decisione del Manchester City (MCFC) siano stati messi a disposizione del pubblico.

Chiaramente vi sono limitazioni: il baseball (come il football o più in generale gli sport americani) vive di un sacco di “azioni discrete” che hanno un chiaro inizio, uno sviluppo ed una chiara fine. Il calcio invece non è così semplice da vivisezionare, ma ciò non deve costituire un ostacolo insormontabile, quanto piuttosto una potenziale limitazione di cui essere consci quando si passa ad analizzarlo. Vi sono diverse compagnie che registrano ogni evento sul campo, ed Opta lavora per il MCFC (oltre a tante altre squadre). Gavin Fleig è il direttore dell’analisi del club e si è reso conto che il crowdsourcing costituisca il metodo più semplice ed efficace per avanzare nella ricerca. Il baseball ha fatto i propri passi più ampi proprio sul web, fra blog e pubblicazioni, prima di sfondare la porta delle organizzazioni singole. Il calcio era (ed è) rimasto indietro, ma mettendo i dati a disposizione di tutti spera di recuperare terreno. Ci vorrà tempo ma è un intento lodevole oltre che molto produttivo.

Se volete i dati, potete farne richiesta direttamente al progetto MCFC Analytics. Vi arriverà una spreadsheet Excel da analizzare e programmare e buon divertimento. Ho in programma di scrivere alcuni post anche su quel progetto e saranno in inglese.