Per motivi di lavoro sono stato in viaggio in questi giorni (e lo sarò nuovamente molto presto), quindi vi do’ solo questo velocissimo aggiornamento. Metodologia.

SoS e SoS+

  1. Lazio 1.73/126
  2. Udinese 1.56/114
  3. Fiorentina 1.56/114
  4. Parma 1.54/113
  5. Catania 1.51/110
  6. Napoli 1.49/109
  7. Chievo 1.47/107
  8. Milan 1.39/102
  9. Juventus 1.39/102
  10. Cagliari 1.30/95
  11. Palermo 1.30/95
  12. Sampdoria 1.29/94
  13. Bari 1.28/93
  14. Roma 1.25/91
  15. Lecce 1.25/91
  16. Genoa 1.21/89
  17. Cesena 1.21/89
  18. Bologna 1.20/87
  19. Brescia 1.19/87
  20. Inter 1.18/86

A questo punto del campionato, con pochissime giornate alla conclusione, è più facile vedere situazioni estreme, ma anche molto variabili. Ad esempio la SoS di Napoli ed Udinese crollerà dopo questa giornata, perché essendoci meno giornate, è più facile che un singolo incontro abbia un impatto maggiore sulla graduatoria. L’Inter rimane la squadra col calendario più facile, ma sta giocando malissimo, è finita fuori dalla Champions ed è a 5 punti dal Milan. E’ una situazione equiparabile alla Sampdoria: il calendario è facile, ma se si gioca male (o orribilmente, nel caso della Samp), diventa difficile approfittarne. Ecco la classifica finale proiettata:

  1. Milan 82
  2. Napoli 77
  3. Inter 74
  4. Roma 66
  5. Udinese 65
  6. Lazio 64
  7. Juventus 60
  8. Cagliari 53
  9. Palermo 51
  10. Genoa 51
  11. Bologna 50 (53 sul campo)
  12. Fiorentina 47
  13. Catania 45
  14. Chievo 41
  15. Sampdoria 39
  16. Lecce 38
  17. Cesena 38
  18. Parma 37
  19. Brescia 36
  20. Bari 23

La proiezione sulle prime 3 non cambia da un pezzo e non lo fa neanche stavolta. Per il quarto posto c’è una gran tonnara, con la Roma lievemente favorita a patto di riuscire a vincere soprattutto in casa. Persino la Juventus rischia di rientrare, ma è improbabile che riesca a saltare ben 3 rivali. Dietro si rischia fino al Chievo perché la quota salvezza come prevedibile si sta alzando. Per la Samp saranno decisive le partite con Bari e Brescia: se le vince è praticamente salva, altrimenti è in grossi guai. Un risultato a sorpresa di Lecce, Cesena, Parma o Brescia potrebbe scombinare tutto. Ora vediamo la classifica graduata:

  1. Milan 78.4
  2. Napoli 75.0
  3. Inter 73.4
  4. Udinese 64.7
  5. Lazio 64.7
  6. Roma 62.9
  7. Juventus 59.8
  8. Palermo 52.4
  9. Cagliari 51.2
  10. Fiorentina 49.6
  11. Bologna 48.6 (51.6 sul campo)
  12. Genoa 47.4
  13. Chievo 43.4
  14. Catania 43.2
  15. Lecce 41.6
  16. Sampdoria 39.2
  17. Parma 38.7
  18. Cesena 38.6
  19. Brescia 37.3
  20. Bari 27.3

Le prime sono sempre quelle, mentre la Roma scivola più in basso dal quarto posto, lasciando lo sprint per la Champions ad Udinese e Lazio. Ma sono comunque in 3 per un posto ed il calendario dei laziali è complicato. In coda balzo in avanti del Lecce, ma per il resto neanche questa metodologia ci dice molto, perché sono tutti davvero ravvicinati. La sensazione è sempre quella di pericolo assoluto per la Sampdoria, in caduta verticale. Al momento indicherei loro, il Brescia ed il Bari come a maggiore rischio di retrocessione.